Camere d’aria e copertoni per bici

  • Copertoni Gravel
  •   

    Un vero ciclista sa quanto è importante dotare la propria bici di camere d'aria e copertoni adeguati al carico e al tipo di fondo che si intende percorrere. Ne esistono infatti per tutti gli usi, dai copertoni per girare in città a quelli adatti ai percorsi accidentati, fino ad arrivare ai nuovissimi tubeless, che non necessitano di camere d'aria.

    • L'importanza delle camere d'aria e dei copertoni
    • Le camere d'aria
    • I copertoni

    L'importanza delle camere d'aria e dei copertoni

    Esattamente come nel caso degli pneumatici per automobili, è necessario che anche le gomme delle bici siano adeguate al peso del ciclista, alla posizione che questi assume sulla sella e al tracciato da percorrere. Sono elementi essenziali, in grado di garantire al ciclista performance ottimali, che si tratti di fare un giro in città oppure di una gita fuoriporta. Una bicicletta deve essere equipaggiata con gomme, adeguatamente gonfiate, che consentano al ciclista di ottenere il massimo dal punto di vista del comfort e della guidabilità.

    Le camere d'aria

    In commercio esistono camere d'aria e copertoni adatti a ogni tipo di fondo, dall'asfalto alla ghiaia, passando per il fango, senza dimenticare i percorsi più accidentati. Sono costituite da un tubo circolare elastico, che si espande al momento dell'immissione del gas, portando in pressione il copertone in cui è inserito, e da una valvola attraverso la quale si effettua il gonfiaggio. Oggi si è molto diffuso anche un nuovo tipo di copertoni, detto tubeless, per cui risulta superfluo l'uso delle camere d'aria. Ma queste restano ancora importanti per il ciclismo praticato fuoristrada, su terreni sconnessi, come nelle discipline sportive del cross country, del cicloescursionismo, dell'enduro, del downhill, del freeride, dello slopestyle, del dirt jumping e del trial.

    I copertoni

    Tra quelli di maggiore successo per Mtb, ci sono gli Hutchinson MaxxLite, ovvero i copertoni a tasselli più leggeri al mondo, considerata la loro misura. Il loro peso ridotto è reso possibile dalla carcassa realizzata in nylon One70 e costituita da ben 170 fili per pollice. Questo genere di copertoni può vantare una forte resistenza al rotolamento, grazie anche alla protezione SilkwormLite che rende impossibili le forature.
    Di tutt'altro tipo il copertone tubeless Mtb Hutchinson Black Mamba, ottimo per gare su terreni asciutti e semplici da percorrere. Il Kenda Fat Bike Juggernaut Pro, poi, disponibile da marzo 2015, è in grado di garantire un alto livello di grip sui fondi più disparati, come neve, fango, sabbia, sterrato.

    Tra i copertoni per biciclette da corsa, invece, è degno di nota il tubeless Hutchinson Atom, pieghevole, leggero ma al tempo stesso potente, grazie al profilo fine che ben si adatta alle gare.
    Il copertone Schwalbe Marathon Racer Hs429, però, è il più leggero tra quelli da corsa, e ha anche un altro vantaggio: un'elevata protezione contro le forature, garantita dall'HD-Speed-Guard. Un altro copertone di alta qualità è il Maxxis Detonator Roadrace, che, oltre ad avere a sua volta una valida protezione contro le forature, la Maxxis Silkworm Breaker, vanta anche una lunga durata e garantisce un ottimo grip in curva.

    Nella sezione city bike e trekking, poi, si possono trovare copertoni come il Maxxis Larsen Mimo Cx Cross, i cui tasselli smussati garantiscono un'aderenza ottimale anche sul terreno bagnato. O, ancora, come il Continental Retro City Bike, molto gradevole dal punto di vista estetico, grazie alle due varianti di colore, grigio e crema. Questo copertone, al di là dell'aspetto elegante, conserva tutte le qualità necessarie per girare comodamente in città con la propria bici, come l'ottima aderenza alla strada e la lunga durata.
    Ci sono poi copertoni per bici fixed e Bmx, tra cui saltano all'occhio i coloratissimi Kenda Kwest, perfetti per portare un po' di allegria nel traffico cittadino. I prezzi non sono proibitivi: vanno dagli 89 agli 8 euro.